Grazie per aver visitato 61878 pagine

Numero di matricola F.I.G.C. : 6510 - N° di iscrizione al Registro Nazionale CONI : 59555

MAIN PARTNER

PARTNER

Le ambizioni del Bibbiano. Il dg Delrio: “L’obiettivo? Diventare Scuola calcio Elite della Figc entro 24 mesi”

17/07/2019

Il direttore generale ha le idee chiare e punta a trasformare la società in un punto di riferimento sempre più solido e qualificato per l'intera Val d’Enza. Elisabetta Rabaglia sarà l'allenatrice della neonata squadra di calcio femminile

di Lorenzo Chierici
“Vogliamo diventare Scuola calcio Elite della Federazione nel giro di 24 mesi e sono certo che dopo la fusione con il settore giovanile del Boca Barco ci riusciremo”. Sono le parole di Gianni Delrio, direttore generale del Bibbiano San Polo, che ha condiviso coi dirigenti del Barco obiettivi generali, tecnici e sociali. Il responsabile tecnico di questo nuovo progetto sarà Andrea Tedeschi, ex trainer della Reggiana, coadiuvato dal professor Stefano Viappiani e da Alessandro Massara, oltre che dall’attuale responsabile del Settore giovanile del Bibbiano San Polo, Nello Monelli. Fabio Allodi del Barco sarà invece il direttore sportivo della Scuola calcio, mentre Paolo Vescovini, che ha gestito la medesima Scuola calcio del Bibbiano San Polo fino ad oggi, accompagnerà per un po’ Allodi in questa nuova avventura, per poi ricoprire il ruolo di responsabile amministrativo del Bibbiano San Polo, coadiuvato in segreteria da Fabiana. In questo nuovo contesto entreranno anche Walter Garamante, con il ruolo di coordinatore del progetto ed Elisabetta Rabaglia, che ricoprirà l'incarico di allenatrice delle ragazze del Bibbiano San Polo.
 
Direttore, oltre alla fusione col Boca Barco a livello di vivaio, state dando vita alla prima squadra femminile di settore giovanile della Val d’Enza. Quante ragazzine avrete?
“Stanno arrivando molte richieste anche da giovani aspiranti calciatrici nate tra il 2009 e il 2007, mentre noi avveravamo previsto l’attività per le bimbe dal 2010 al 2013. Dal momento in cui si parte, però, non si può dire di no a nessuno, quindi organizzeremo altre prove allo scopo di decidere di fare o meno due squadre, se i numeri ce lo consentiranno. L’obiettivo è quello di non deludere le aspettative delle ragazze grazie a un programma condiviso fin da dicembre con il presidente Zanichelli e tutto il consiglio che ci ha permesso di essere lungimiranti anche sulla scia dell’entusiasmo che ha prodotto il mondiale di calcio femminile”.
 
Con l’inserimento dei ragazzini del Boca Barco inizia l’avventura del vivaio del Boca…
"Sì, i numeri diventano davvero importanti: ora arriviamo circa a circa 350 tesserati, esclusa la Juniores regionale e la prima squadra; un numero destinato ad aumentare con gli ingressi di settembre, che oggi non possono essere quantificati. Siamo partiti con idee molto chiare grazie alla spinta di Nello Monelli, diesse del settore giovanile e di Fabio Allodi, che arriva dal Barco, responsabile della scuola calcio, di inserire figure valide da inserire s ul campo, e la prima di queste figure + andrea Tedeschi, ex allenatore della Reggiana, il rspobssaile tecnico di tutto il settore giovanile, essendo stato tra l’altro una bandiera del bibbiano come giocatore, coadiuvato dal professor Stefano Viappiani e da tanti allenatori qualificati. L’obiettivo è quello di diventare nel giro di 24 mesi la scuola Elite del Bibbiano San Polo, per la quale servono tutte le squadre iscritte in federazione, con tutti allenatori col patentino”.
 
La fusione col Boca Barco consolida la vostra leadership nell'area Val d’Enza a livello di settore giovanile…
E’ stata condivisa fin dai primi incontri col nostro direttivo, formato da Nello Monelli, Paolo Vescovini dal presidente Zanichelli e dal patron Andrea Menozzi. Con noi si sono rapportati Fabio Allodi, Walter Garamante ed Elisabetta Ravaglia, che guiderà la squadra femminile. Il presidente del Barco Enzo Guerri ha dato loro mandato di elaborare in modo compiuto questo progetto, sposando al causa del Bibbiano San Polo. Per quanto mi riguarda, abbiamo chiuso il cerchio con un progetto che aveva già una sua naturalezza: il completare l’insieme dei due comuni, Bibbiano e San Polo, conglobando tutte le realtà del territorio nella nostra società”.
 
Non avete però conglobato proprio tutto, visto che avete anche realtà partner, mentre a livello di prime squadre ognuno gestisce la propria autonomia. Vero?
“E’ esattamente così. Pur avendo unito due comuni a livello di settore giovanile, restano indipendenti le prime squadre e le formazioni juniores di Boca Barco e della Barcaccia, anche se questi ultimi fanno parte della nostra famiglia già da cinque anni. In questi anni abbiamo però consolidato una fattiva collaborazione con l’oratorio Helder Camara di San Polo d’Enza, per salvaguardare la centralità dei progetti nei più piccoli, riconoscendo il merito alla parrocchia che è stata per anni la base del settore giovanile di San Polo e Canossa e continua a fare attività. Da tre anni a questa parte, abbiamo anche la collaborazione con le Terre di Canossa, che seguono tre annate, i 2008-2009 e 2010 e di questi gruppi, il prossimo anno, i 2008 entreranno a far parte della grande famiglia del Bibbiano San Polo, secondo accordi”.
 
Tra l’altro gli investimenti continuano anche a livello di strutture…
“Sì, abbiamo iniziato il lavori al centro Luigi Bedogni di Bibbiano, dove stiamo realizzando due campi nuovi: uno a 7 e uno a 9, entrambi in erba naturale, mentre al Comunale di San Polo stiamo completando le strutture ricettive, con nuovi servizi igienici, camminamenti per i disabili e sala polivalente con relativo bar e zona ristoro. Abbiamo inoltre confermato per il prossimo anno tutti gli eventi formativi per i nostri tesserati, atleti e genitori, aperti a tutti: corsi sulla giusta alimentazione, sulla prevenzione e aggiornamenti tecnici con figure qualificate per i mister, in aula e sul campo, per dare un valore aggiunto a ognuna delle nostre squadre. Inoltre, il nostro portiere della prima squadra, neo promossa in Eccellenza, Nicholas Rizzo, sarà il preparatore di tutti gli estremi difensori della Scuola calcio e del Settore giovanile. Ora non ci resta che continuare a lavorare per raggiungere il livello più alto sotto tutti profili, ma perché ciò avvenga occorre il lavoro di tutti: dai nostri volontari, sempre dietro alle quinte, ma sempre pronti a risolvere problemi, alle Amministrazioni comunali, ai nostri sponsor che ci sostengono in questi investimento, grazie ai quali riusciamo a proporre uno sport genuino, diventando un punto di rifermenti sempre più qualificato e importante per tutta l’area della Val d’Enza”.

--CAMPUS CALCIO - SAN POLO D'ENZA


IL VIDEO DELLA SERATA DI PRESENTAZIONE

CAMPUS DI CALCIO A SAN POLO D'ENZA

In un processo di crescita del settore giovanile, con il coinvolgimento di altre realtà della zona come Anspi Bibbiano, Barcaccia, Oratorio Helder Camara e Terre di Canossa, sta sempre più diventando il punto di riferimento per il calcio giovanile dell’intera Val d’Enza. Il Bibbiano San Polo, infatti, da giugno organizzerà cinque giorni a settimana di clinic con gli allenatori Professionisti cinque giorni da non dimenticare, un momento unico e “obbligatorio” per tutti i giovani innamorati del bel calcio.

VADEMECUM ISCRIZIONI

SCHEDA OPERATIVA

SCARICA QUI IL MODULO DI ISCRIZIONE (pdf)

COLLEGATI alla nostra pagina di

LINK COLLEGAMENTO UTILI

SAN POLO D'ENZA


BIBBIANO


CLICCA PER VISUALIZZARE LE IMMAGINI

Copyright 2016 - A.S.D. Bibbiano San Polo - Tutti i diritti riservati
A.S.D. Bibbiano San Polo - Via F.lli Corradini, 59 - 42021 Bibbiano (RE)
Telefono/Fax : 0522.882940

Sito generato con sistema PowerSport